Italian Albanian Arabic Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Finnish French Galician Georgian German Greek Hebrew Hungarian Indonesian Irish Japanese Lithuanian Macedonian Malay Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

Alesatura

In meccanica, operazione di finitura di un foro cilindrico, grezzo di fusione oppure precedentemente lavorato al trapano, consistente nell’ingrandirlo fino al diametro esatto, tramite asportazione di piccole quantità di soprametallo, svolta manualmente o a macchina (tornio, trapano, alesatrice).

L'alesatura è una lavorazione meccanica per modificare lievemente l'assialità e il diametro dei fori, chiamato alesaggio, precedentemente realizzati con il trapano. Si esegue manualmente con gli alesatori montati sul giramaschi oppure a macchina con l'alesatrice.
Il moto rotatorio dell'alesatore aumenta il diametro del foro e lo porta pian piano al valore corretto, eventualmente variando la posizione dell'asse. Per alesare fori cilindrici e conici all'utensile viene impresso un moto di traslazione parallela all'asse.
L'alesatura è un'operazione di finitura leggera, che viene svolta utilizzando un utensile multitagliente in grado di eseguire fori con una notevole precisione, inoltre si possono ottenere ottime finiture superficiali e tolleranze dimensionali strette, le quali sono ottenute con una notevole velocità d'avanzamento, ma questa lavorazione deve essere svolta con un foro prelavorato entro limiti stretti, dato che la profondità del taglio radiale dell'utensile deve essere piccola.
Si usano alesatori manualmente con codolo ad attacco quadro montati sul giramaschi a manubrio, meglio se regolabile. Si accosta l'imbocco dell'utensile al foro e lo si introduce con attenzione di una quantità sufficiente a garantirne la guida e l'assialità, poi si ruota l'utensile in senso orario applicando una leggera spinta parallela all'asse per agevolare la traslazione nel foro che deve procedere con regolarità e senza strappi o impuntamenti. Nel caso di fori passanti bisognerà procedere sin quando l'utensile non sia completamente uscito dalla parte opposta; per i fori ciechi bisognerà invece impiegare una serie di alesatori di diametro via via crescente. La lubrificazione con olio da taglio o altro opportuno lubrificante è sempre consigliata, soprattutto nel caso di fori lunghi o qualora s'intenda allargare sensibilmente il diametro. A fine lavoro si ripulisce tutto con aria compressa assicurandosi che il truciolo sia completamente evacuato.
Per fori a sezione quadrata o rettangolare o comunque non rotonda si usano speciali alesatori chiamati brocce e l'operazione prende il nome di brocciatura.

 

 

VAS SRL Arcugnano Vicenza Veneto Italia | Lavorazione piegatura stampaggio filo metallico nastro tondino piattina ferro metallo piegafilo