Italian Albanian Arabic Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Finnish French Galician Georgian German Greek Hebrew Hungarian Indonesian Irish Japanese Lithuanian Macedonian Malay Norwegian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

Lucidatura

In genere, l’operazione di lucidare, di rendere lucido: l. dei pavimenti; l. dei mobili; la l. delle scarpe. Con sign. più tecnici: a. Operazione di finitura dei pezzi metallici, effettuata con lucidatrici, intesa a eliminare la scabrosità per conferire alla superficie un aspetto brillante e speculare.

Con il termine lucidatura (o politura o polimento se si riferisce a gemme) si intende il processo attuato per rendere lucida la superficie di un oggetto, in modo tale che il corpo in questione brilli di luce riflessa.

Un oggetto può essere lucido a prescindere da eventuali immagini riflesse o dal colore assunto dalla luce riflessa, ovvero la caratteristica di "essere lucido" è indipendente dal colore e dal potere specchiante della superficie dell'oggetto. In genere comunque gli oggetti più lucidi sono anche i più "riflettenti", essi cioè riflettono la luce conservando alcune proprietà della luce riflessa, come l'intensità e il colore, oltre alle proporzioni geometriche dell'oggetto riflesso. Nel mondo reale non esistono superfici perfettamente lisce ma tutte presentano una scabrezza superficiale dovuta a microscopiche asperità che disperdono i raggi di luce in molteplici direzioni. Mentre la planarità della superficie definisce macroscopicamente l'uniformità della direzione del raggio riflesso, la scabrezza della superficie stessa causa numerose microriflessioni in direzioni casuali sottraendo così intensità alla luce riflessa. Per questo motivo una superficie meno scabra apparirà più riflettente (più 'brillante') di una superficie più scabra. Se la scabrezza è molto irregolare, la superficie apparirà più o meno rigata mentre se la scabrezza superficiale è omogenea la superficie apparirà opaca (come nel caso del vetro smerigliato). A livello percettivo è più facile notare la lucentezza o l'opacità dei colori scuri di quanto non avvenga sui colori chiari, in quanto si ha un maggiore effetto di contrasto tra il colore proprio dell'oggetto e il colore della luce riflessa.

Occorre distinguere fra due tecniche completamente differenti che concorrono a migliorare la riflessione di una superficie leggermente scabra: l'abrasione controllata della superficie, per mezzo di abrasivi a grana finissima e uniforme, la quale riduce effettivamente l'entità della scabrezza superficiale (come nel caso delle gemme o del vetro molato); l'utilizzo di sostanze cerose (usualmente ad elevato indice di rifrazione) che riempiono le microasperità e danno l'impressione di una superficie meno scabra (come nel caso delle cere per i pavimenti).

Le tecniche di lucidatura possono essere impiegate in svariati ambiti e con differenti scopi (in genere estetico), tra cui: lucidatura dei pavimenti lucidatura della carrozzeria degli autoveicoli lucidatura degli oggetti in argento lucidatura delle gemme.

VAS SRL Arcugnano Vicenza Veneto Italia | Lavorazione piegatura stampaggio filo metallico nastro tondino piattina ferro metallo piegafilo